logo
    Politica
    12 Giugno 2024
    Vasanello – Passaggio del consigliere Fratoni al Gruppo Misto, il sindaco Vestri: “Spieghi ai suoi elettori cosa è successo”

    VASANELLO – Colpo di scena nell’ultimo consiglio comunale di Vasanello, lunedì scorso.

    Dei tre punti all’ordine del giorno, il primo, ossia: “Presa d’atto comunicazione revoca adesione al gruppo consiliare “Per Vasanello Vestri Sindaco” ed iscrizione al gruppo misto del consigliere Fratoni Alessandro” era sicuramente quello più atteso e, come era nell’aria, non ha mancato di accendere la seduta e dare vita ad un’animata discussione.

    Subito dopo la comunicazione della presa d’atto, infatti, il sindaco Igino Vestri, ha chiesto la parola ed ha posto una serie ripetuta di interrogativi al consigliere (ormai di minoranza) Fratoni. Dopo l’iniziale premessa: “Democrazia significa  liberta’ di pensiero – di scelta  – di portare avanti le proprie  idee, i propri programmi, il proprio lavoro,  cio’ che si intende e non si intende fare…

    Sono anche convinto, anzi fermamente ancor piu’ convinto che la democrazia si attua attraverso il reciproco  confronto, il dialogo, lo  scambio di opinioni  e di idee.. Nello specifico anch’io sindaco prendo atto oggi in questa seduta, del passaggio del consigliere Fratoni dal gruppo “ Per Vasanello Vestri sindaco” al gruppo misto”“Se si e’ rispettosi della democrazia – ha proseguito Vestri – si sa che queste cose possono accadere, succedono e vanno rispettate”.A questo punto, l’affondo: “Tutt’altro mi sento  di dire in merito al modo con cui e’ stata  architettata, anzi  da tempo premeditata, l’azione di volere fortemente la formazione del Gruppo Misto, ancor prima, molto prima,  era già nell’aria.Ma seppure le scelte non possono discutersi, i metodi si, consigliere Fratoni,  se questo per lei ha significato raggiungere un obiettivo o l’inizio di un suo personale programma di lavoro.Perchè vede, e lei converrà sicuramente con me, che, per un amministratore c’è solo un programma: quello di stare al servizio della gente e di permettere, con la propria attività amministrativa, di far crescere il territorio e la comunitàPer un amministratore, oltre quelli elencati,  non ci sono altri fini, non ci sono altri scopi, non ci sono altre motivazioni e sinceramente mi sento di dirle che non c’era assolutamente  bisogno di ordire in silenzio tutto ciò.  Non ha alcun significato, manca di motivazione, di contenuto e di sostanza.Forse per un posto in più in commissione?Se cosi’ fosse,  stia tranquillo che questa maggioranza agira’ secondo i termini di legge, dei regolamenti e delle sentenze.

    Vede consigliere Fratoni,  la democrazia impone delle regole, prima fra tutte l’onesta’ soprattutto intellettuale, la chiarezza delle proprie idee, la franchezza , il rendere conto alle persone che ci hanno votato, che l’hanno votataPer questo, consigliere Fratoni, mi tolga da questo imbarazzo, mi e’ difficile spiegare alle persone che mi fermano e mi chiedono motivazioni in merito alla sua scelta, non sono io a dover dare spiegazioni, anche perchè non so cosa raccontare e non e’ mio costume inventare…….E quindi per la trasparenza che dovrebbe contraddistinguere noi consiglieri, e in questo specifico caso lei consigliere fratoni,  la prego di spiegare a chi l’ha votata, nella mia lista ovviamente, i motivi che l’hanno portata a maturare questa scelta, ma soprattutto perchè confluito  nel gruppo misto e firma articoli di giornale  definendosi “consigliere di minoranza”.

    C’e’ qualcosa che eticamente non quadra, cerchi di spiegarlo a chi l’ha votataFaccia chiarezza su questo, consigliere fratoni, la gente lo merita, e a me farebbe una grossa cortesia togliendomi, come gia’ detto, da quest’imbarazzo. In conclusione le auguro comunque, per il nuovo ruolo da lei scelto, un buon lavoro nella certezza che la sua competenza  possa  rappresentare senza alcun dubbio  un valore aggiunto per l’attività amministrativa e per la nostra comunità”.

    Pacata e sintetica la replica di Fratoni, così duramente chiamato in causa: “Non ho chiesto di modificare il regolamento comunale e quindi dare vita al Gruppo Misto e, quanto alle motivazioni della mia scelta – ha concluso – sono solo ed esclusivamente dovute a divergenze con la Sua persona.”